Ansia, attacchi di panico

01.06.2017

DI CHE COSA SI TRATTA

Si tratta di una modalità di percepire la realtà e di reagire ad essa con preoccupazione ed allarme, senza che esista una reale situazione di pericolo. Vuol dire vivere sempre nel futuro, in un futuro incerto e pericoloso. Vuol dire non riuscire più a vivere la realtà del presente. 

SINTOMI

I sintomi sono tutti legati ad un'attivazione del sistema nervoso parasimpatico, il che vuol dire che l'ansia, in genere, si manifesta con: aumento della frequenza cardiaca, aumento della pressione, fame nervosa, sovrappeso, cardiopalmo, insonnia, aumento della sudorazione, tremori, contratture muscolari, ma anche diminuzione della funzionalità del sistema immunitario e del sistema digerente.

COME LA TRATTIAMO

L'ansia non è una malattia, gli attacchi di panico non sono una malattia, sono entrambi un sintomo di un malessere che "sale in superficie" e, spesso, sono sintomi che, una volta innescati, si autoalimentano, distaccando la persona dal problema reale. Per guarire dagli stati di ansia è necessario: 

  1. riconoscere questo meccanismo di auto-alimentazione della sintomatologia,
  2. trattare i sintomi e, infine,
  3. andare più in profondità, verso la consapevolezza di quei meccanismi mentali automatici che fanno rivivere alla persona sempre lo stesso vissuto.

CHE STRUMENTI UTILIZZIAMO

Ogni persona è differente e, soprattutto in questi casi, non si può decidere un percorso di cura a priori. Si può iniziare a lavorare sul sintomo (insonnia, attacchi di fame, sovrappeso,...) o iniziare lavorando direttamente sulla causa. Gli strumenti che possiamo utilizzare sono:

  • agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese
  • disegno onirico
  • psicologia
  • mindfullness
  • fitoterapia ed omeopatia
  • terapie fisiche manuali

Per avere maggiori informazioni

Inviaci i tuoi dati e ti contatteremo il prima possibile.

...oppure posta la tua domanda sul nostro blog pubblico e ti risponderemo al più presto: