"La porta del tempio": il Perineo 

02.10.2018


IL PERINEO

Perché lavorare sul perineo?

Sicuramente perché i problemi che lo riguardano non influenzano la durata media della vita, ma la sua qualità si: incidono sul quotidiano, dal punto di vista sociale, sessuale ed anche economico.

Inoltre ,il pavimento pelvico ha anche altri compiti,:è l'antagonista dei muscoli respiratori, contribuendo e partecipando alla funzione respiratoria.

È essenziale per l'equilibrio e per una buona postura corporea.

Esistono informazioni utili nell'educazione, nella vita quotidiana, nella presa in carico della stipsi, nella rieducazione perineale, nel parto e nel post parto soprattutto, nello sport, tutto questo può aiutare il corpo.

Infatti le potenziali cause di problemi sono rappresentate dal parto, dalla mancanza di esercizio e da un'errata postura.

Per questo è importante un allenamento attivo e dinamico, in cui è il pavimento pelvico stesso ad avviare il movimento, basato anche sull'educazione alla propriocezione e sull'utilizzo di visualizzazioni mirate.

Cos'è il perineo

Un insieme di muscoli spesso dimenticati, con funzioni legate:

  • alla minzione,
  • alla defecazione,
  • alla continenza dei gas,
  • alla sessualità e alla riproduzione,
  • nonché al sostegno degli organi.

Il tabù legati al perineo sono in parte dovuti alla nostra educazione che ci ha portato a considerare come sporco tutto ciò che ha a che fare con urina e feci e perché toccarsi viene visto come associato solo a masturbazione e invece è imparare a conoscere e sperimentare il proprio corpo.

Sembra che la semplice evocazione riporti alla sessualità nella sua accezione negativa, invece è una funzione normale, essenziale all'equilibrio psico fisico della persona e della coppia.

Nessuna zona concorre a così tante funzioni come il perineo

In greco antico era definito "porta del tempio" ad evocare qualcosa di sacro, interiore e profondo della donna.